Cerca

Non chiamateli “incidenti”. È il sistema che li uccide.

Aggiornamento: 23 gen

Lorenzo Parelli, 18 anni, durante il suo ultimo giorno di Alternanza in una carpenteria metallica nello stabilimento dell'azienda Burimec a Lauzacco, provincia di Udine, è stato questo pomeriggio schiacciato da una trave d'acciaio, che lo ha ucciso.


Nello scorso anno sono morti 1.404 lavoratori per infortuni sul lavoro, di questi 695 sui luoghi di attività (i rimanenti “in itiniere”, vale a dire nel tragitto verso o dal posto di lavoro).


In una nazione come la nostra, abbiamo visto negli anni un progressivo smentellamento dei diritti dei lavoratori, a vantaggio di chi sulla pelle di chi lavora, ci guadagna.


Infatti, quelle che sono condizioni lavorative poco o per nulla sicure sono dall’altra parte fonte di guadagno.


Questi non sono incidenti, sono la diretta conseguenza di un sistema economico basato sul profitto, e che mette il guadagno di fronte a tutto, anche di fronte alla vita di un 18 enne.

23 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti